vai subito al contenuto

    Concessioni e nullaosta per l’occupazione di suolo pubblico per la posa di servizi e/o impianti in attraversamento longitudinale e/o trasversale della proprieta’ stradale

    La Provincia provvede ai sensi del vigente codice della strada - decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 e del regolamento di esecuzione e di attuazione del codice della strada - D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 al rilascio di concessione se ubicato all’esterno del perimetro del centro abitato e nulla osta se ubicato all’interno del perimetro del centro abitato all’occupazione di suolo pubblico in sotterraneo o aereo e temporaneo o permanente alla posa in attraversamento trasversale e/o longitudinale con condutture idriche, fognarie, linee elettriche, di telecomunicazioni, gasdotti o con altri impianti, servizi, sottopassi, sovrappassi, depositi, cantieri, gru e ponteggi ecc..

    Il provvedimento amministrativo viene rilasciato con atto dirigenziale. Per motivi di sicurezza stradale il procedimento non può concludersi con il silenzio assenso dell'Amministrazione.

    Cosa fare: 

    Gli interessati devono presentare la domanda, con la relativa documentazione di legge allegata, alla Provincia di Sondrio Settore Lavori Pubblici Viabilità e Trasporti - Servizio Viabilità  - Corso Venticinque Aprile, 22 - 23100 Sondrio.

    Per ottenere la concessione è necessario presentare apposita istanza regolarizzata nei riguardi dell’imposta di bollo (salvo esenzioni). Alla domanda deve essere allegata la documentazione progettuale a firma di un tecnico abilitato (n. 4 copie in formato cartaceo) come specificato nel modulistica scaricabile allegata.

    Possono presentare istanza di concessione o nulla osta, i gestori delle reti di servizi e sottoservizi (acquedotto, fognatura, gasdotto, linee elettriche, telefoniche e altri impianti).

    Costi: 

    La cauzione richiesta a garanzia della regolare esecuzione delle opere viene calcolata in base alla lunghezza e/o all’area del tratto di strada interessato ai lavori.

    Tempi: 

    90 giorni dal perfezionamento dell’istanza. Detto termine sarà computato con l’esclusione dei periodi in cui il procedimento rimarrà interrotto per l’espletamento di adempimenti a carico del richiedente.

    Soggetti interessati: 
    Note: 

    Avverso il presente provvedimento può essere presentato esperibile ricorso al TAR nel termine di 60 giorni o in alternativa ricorso al Capo di Stato nel termine di 120 giorni, entrambi decorrenti dalla data di notifica o comunicazione dell’atto o dalla piena conoscenza di esso.

    Normativa di riferimento:

    Decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 “Nuovo codice della strada”
    D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 “Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada”e successive modifiche ed integrazioni

    Sede: 
    Sondrio - Corso Vittorio Veneto, 28
    Orari: 
    Da lunedì a giovedì dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:30 alle 16:30. Il venerdì mattina dalle 9:00 alle 12:00
    Competenza: 
    Servizio viabilità
    Referente operativo: 
    Angela Negrini
    0342 531269
    Dario Sera
    0342 531265

    Responsabile di Servizio

    Settore Viabilità, Edilizia Scolastica e Patrimonio
    Servizio viabilità
    Responsabile: Angelo Colombi - 0342 531214 - angelo.colombi@provinciasondrio.gov.it