vai subito al contenuto

    Autorizzazione/rinnovo a gestire una Stazione di Monta Naturale Equina Pubblica /Privata

    La norma vigente prevede che la monta naturale o l'inseminazione strumentale degli equini possa essere effettuata esclusivamente presso una stazione di monta privata/pubblica autorizzata.

    La Provincia di Brescia in sopralluogo congiunto con l'Asl Veterinaria, provvede a verificare la presenza dei requisiti strutturali, igienico sanitari ed amministrativi previsti dalle norme che disciplinano la riproduzione animale.

    La durata dell'autorizzazione ha scadenza quinquennale.

    Cosa fare: 

    La richiesta di autorizzazione deve essere presentata presso il Settore Agricoltura-Ufficio Zootecnia e /o l'Asl, Servizio di Medicina Veterinaria, utilizzando l'apposito allegato 4, disponibile nella sezione modelli allegati.

    Allegata all'istanza di autorizzazione dovrà essere compilato il modello di cui all'allegato 3a in cui si elencano i riproduttori adibiti alla monta naturale pubblica. Tale allegato 3a dovrà essere inviato all'Amministrazione Provinciale Settore Agricoltura ufficio Zootecnia entro il 15 gennaio di ogni anno.

    Costi: 

    Sull'allegato 4 va applicata la marca da bollo di €16 (se non assolta virtualmente); Ricevuta del versamento di €53,00 effettuato sul c/c postale n. 481275 intestato a Regione Lombardia a copertura delle spese di istruttoria della domanda e sopralluogo, da allegare alla documentazione per l'istanza di autorizzazione.

    Tempi: 

    30 giorni per le competenze in carico alla Provincia di Sondrio

    Soggetti interessati: 
    Note: 

    Sono destinatari dei servizi gli allevatori di stalloni abilitati alla riproduzione che intendono utilizzare i loro animali per la monta naturale pubblica e/o privata o per l'inseminazione strumentale delle fattrici di proprietà o di privati.

    Il rilascio dell'autorizzazione e la contestuale attribuzione del codice univoco viene da Regione Lombardia D.G. Agricoltura, tramite l'emanazione si apposito Decreto autorizzativo. La stessa D.G.A. provvede a darne comunicazione all'interessato.

    La durata dell'autorizzazione ha scadenza quinquennale.

    Per quanto riguarda la richiesta di rinnovo, l'istanza deve essere presentata entro 90 gg dalla scadenza dell'autorizzazione. Clicca qui per andare sul sito della Regione.

     

    NORMATIVA DI RIFERIMENTO:
    - Decreto delle Direzioni Generali Agricoltura e Sanità n. 2009 del 14/02/2005;
    - L. 30/91 Disciplina della riproduzione animale;
    - L. 280/99 Modifiche ed integrazioni alla l.30/91 in attuazione della direttiva 94/28/CE
    - D.M. 403/2000 Approvazione nuovo regolamento di esecuzione della l.30/91
    - L. 74/1974

    Sede: 
    Sondrio - Palazzo del Governo - Corso XXV aprile, 22
    Orari: 
    Da lunedì a giovedì dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:30 alle 16:30. Il venerdì mattina dalle 9:00 alle 12:00
    Competenza: 
    Servizio caccia, pesca e strutture agrarie
    Referente operativo: 
    Enio Bombardieri
    0342 531601
    Gianluca Cristini
    0342 531610
    Modulistica: 
    AllegatoDimensione
    Microsoft Office document icon Allegato 3a45 KB
    Microsoft Office document icon Allegato 463.5 KB

    Responsabile Servizio

    Settore Agricoltura, Ambiente, Caccia e Pesca
    Servizio caccia, pesca e strutture agrarie
    Responsabile: Gianluca Cristini - 0342 531610 - gianluca.cristini@provinciasondrio.gov.it

    Potere sostitutivo
    In caso di inerzia del responsabile di servizio trascorsi i termini di conclusione del procedimento il potere sostitutivo è in capo al Dirigente di Settore Pieramos Cinquini - 0342 531252 - pieramos.cinquini@provinciasondrio.gov.it